The Italian RQ-1B Predator

The Italian RQ-1B Predator

Turn Off Light
Auto Next
More
Add To Playlist Watch Later
Report

Report


Reviews

0.0

User Score

0 ratings
Rate This

Descriptions:

L’RQ-1B Predator, costruito dalla General Atomics, è un velivolo senza pilota concepito essenzialmente per compiti di ricognizione, sorveglianza e acquisizione obiettivi.
Derivato dallo Gnat 750, si compone di tre elementi: il velivolo (con ala media, impennaggi a “V” rovesciata e motore a pistoni con elica spingente), con i relativi sensori (con capacità ognitempo) ed equipaggiamenti di comunicazione, la stazione di controllo a terra (che, grazie al data-link satellitare può guidare l’UAV − Unmanned Aerial Vehicle − anche oltre la linea dell’orizzonte) e il sistema di disseminazione delle informazioni raccolte.
L’Aeronautica Militare ha acquisto sei RQ-1B Predator che, oltre ai compiti prettamente militari, potrebbero contribuire alle attività di controllo del territorio e delle linee di comunicazione, nell’ambito della lotta alla criminalità organizzata e all’immigrazione clandestina.

Caratteristiche tecniche:

* apertura alare: 14,8 m;
* lunghezza: 8,2 m;
* altezza: 1,82 m;
* velocità di crociera: 135-160 km/h;
* tangenza operativa: 7800 m;
* autonomia: 24 ore on station a 926 km dalla base di partenza;
* peso max. al decollo: 952 kg;
* impianto propulsivo: un motore Rotax 912 a quattro cilindri;
* carico utile: 204 kg (sensori elettro-ottici, radar ad apertura sintetica).

Leave your comment